Robert Plant & Alison Krauss, Ozarks Amphitheater, Camdenton, Missouri (USA)
4 giugno 2024

Condividi:

Dice Alison Krauss: “Tutte queste canzoni diventano qualcos’altro nel momento in cui vivi con loro, come, io mi auguro, le avremmo registrate in questo modo o formulate in quest’altro, ma quando si canta la stessa canzone dal vivo, le storie cambiano.”

Il documento video allegato all’articolo di tutto il concerto è valorizzato anche da un ottimo audio che permette di apprezzare la qualità di questo duo e di come sia efficace dal vivo.
Robert Plant è un mito del Rock e si dimostra ancora in formissima con Alison Krauss che con le sue doti vocali angeliche e un violino virtuoso riesce persino a rubargli spesso la scena.
Supportati da una band notevole e perfetta per questo repertorio è composta da uno strepitoso chitarrista JD McPherson, il batterista Jay Bellerose davvero impressionante, Viktor Krauss (fratello di Alison) al mandolino e alla chitarra acustica , al contrabbasso Dennis Crouch e come secondo violino duellante Stuart Duncan. Nel tour mondiale di questo 2024 non solo riempiono tutti i teatri ma raccolgono un’intensa acclamazione da parte del pubblico. La set-list di 15 brani raccoglie tutto l’affiatamento maturato fin dal loro primo disco insieme: Raising Sand del 2007 e dalla loro seconda collaborazione Raise the roof che ha dato il via a questa serie di tour già nel 2022 e 2023.

Il concerto si apre con un brano presente nel loro primo album 1-Rich Woman caratterizzato da una chitarra con un ottimo reiverbero e da percussioni tribali, questa versione è un’ispirato rimaneggiamento dell’originale Rhythm and Blues del 1955 dell’autore di New Orleans L’il Millet & His Creoles.
Seguono 2-Fortune Teller di Benny Spellman e 3-Can’t Let Go di Randy Weeks resa popolare da Lucinda Williams.
Krauss diventa cantane solista in 4-The Price of Love degli Everly Brothers con Plant alle harmonies in perfetto affiatamento vocale e alle maracas.

Nei loro anni di collaborazione di performance live il duo ha affrontato ben 7 canzoni dell’era Led Zeppelin e il primo brano scelto in questo concerto è 5-Rock ‘n’ Roll che inizia con un solo al violino di Stuart Duncan che prende il posto dell’iconica intro della batteria nella versione originale dei Led Zep.
6-Please Read the Letter brano proveniente dalla collaborazione Plant/Jimmy Page si impreziosisce dell’apporto vocale di Plant e dall’affascinante violino di Krauss.
7-High and Lonesome composto da Plant e T Bone Burnett raggiunge eccellenze eclettiche.
8- Last kind words blues è una cover di un brano di Geeshie Willey.
9-You Led Me to the Wrong è una canzone di Ola Belle Reed, il lamento di un amante che attende l’esecuzione per aver ucciso il suo rivale in amore, il banjo della versione originale è sostituito dal duetto dei violini di Duncan e Krauss e grazie allo spettacolare contributo dell’interpretazione vocale di Plant diventa forse il brano più riuscito del concerto.
10-Trouble with my Lover di Allen Toussaint è un brano soul sostenuto dalla parte vocale solista di Krauss con Plant ai cori.
E’ il momento di un affascinante medley (11-) che unisce il brano di Plant In The Mood tratto dal suo album The Principle of Moments, con Matty Groves un traditionale del folk inglese del diciassettesimo secolo portato al successo dai Fairport Convention nel 1969 con l’album Liege and Lief e con un’emozionante versione di Gallows Pole lo storico brano che appare su Zeppelin III.

Segue un’altra favolosa versione di un classico del repertorio degli Zeppelin Quarto album: 12-The Battle of Evermore, in un crescendo appassionato sostenuto dalla bellissima voce di Krauss.
Questo strepitoso set termina con un altro brano tratto dal quarto album degli Zeppelin: 13-When the Levee Breaks una canzone di Memphis Minnie e Kansas Joe McCoy la cui versione del duo è particolarmente lenta sostituendo lo stile blues del Delta dell’originale con un gusto più medio-orientale e acceso dal duello ai violini di Stuart e Krauss.
Il concerto termina con due bis di due brani degli Everly Brothers: 14-Stick With Me Baby e 15-Gone Gone Gone che rivitalizzano e rivalutano queste antiche gemme del passato.

AL MOMENTO POSTI ESAURITI al Teatro Sociale di Como che annuncia un grande evento in scena giovedì 17 ottobre 2024 alle ore 21.00: Robert Plant torna in Italia, dopo l’incredibile successo dello scorso anno, con Saving Grace insieme a Suzi Dian, ci saranno 11 date italiane.

L’intero concerto:

Condividi: